Mozione 3


IL SITO WEB UFFICIALE

DEL GRUPPO

CASTELFRANCO VENETO 5 STELLE

Oggetto: richiesta assegnazione sistemi informatici comunali dismessi in favore delle scuole e agli anziani.

 

Premessa: Abbiamo notato che all’entrata nord del comune di Castelfranco Veneto, dismessi in uno scaffale, ci sono diversi computer vecchi, materiale informatico e dispositivi tecnologici inutilizzati.

Ci chiediamo se oltre a quelli ce ne siano altri che non vengono utilizzati perché datati o sostituiti o che verranno sostituiti per gli aggiornamenti software e gestionali del sistema informatico comunale e delle sue partecipate.

Visto che: il comune non utilizza più tali dispositivi, perché non più idonei alle attività amministrative comunali e date le richieste di dispositivi tecnologici quali computer, monitor, mouse, stampanti ecc., pervenute da alcune scuole, vedi scuole Masaccio,

CHIEDIAMO al Sindaco e alla giunta: di donare quei computer  e dispositivi alle scuole del territorio che ne richiedono l’assegnazione in quanto sappiamo benissimo le difficoltà che esse hanno nel reperire fondi e materiale didattico dal ministero dell’istruzione MIUR

CHIEDIAMO INOLTRE: che il comune si impegni a reperire altri computer usati e dismessi presso le partecipate del comune o qualsiasi altro ente a cui può chiedere per aiutare i nostri ragazzi e le scuole del nostro territorio rendendosi una sorta di centro raccolta e smistamento di tali attrezzature per qualsiasi attività culturale connessa all’istruzione scolastica dei ragazzi o a corsi di informatica per anziani evitando, così di gravare ulteriormente su tasse e rette sempre più onerose per le famiglie della nostra comunità, o comunque sul cittadino anziano con la voglia di avvicinarsi al mondo dell’informatica.

I nostri figli rappresentano la società del futuro.

La loro istruzione rappresenta le fondamenta di un domani fatto di speranza, fondamenta senza le quali quella casa chiamata “Stato” collasserebbe immediatamente su se stessa.

Sosteniamo i nostri figli in tutti i modi, diamoci e diamo loro la speranza.